venerdì 9 dicembre 2016

RECENSIONE || "La ragazza dello sputnik" di Haruki Murakami

Buongiorno, lettrici e lettori!

Recensire Haruki Murakami non è affatto semplice, nei suoi libri sono avvolti temi davvero importanti con una trama che rimane leggere e scorrevole, insomma piacevole da leggere.

Molti lettori mi avevano consigliato di iniziare a leggere questo grande autore moderno con "Norvegian Wood" ma leggendo la trama de "La ragazza dello sputnik" ho trovato a me più congeniale quest'ultimo.

La storia è complessa e semplice insieme: Sumire è la protagonista del libro, che viene raccontato da uno dei suoi più grandi amici che inevitabilmente è innamorato di Sumire senza essere contraccambiato. La loro strana amicizia continua così finchè la ragazza non incontra Myū (la ragazza dello sputnik), una donna adulta, ricca e sposata che fa innamorare all'istante Sumire. Myū le offre un lavoro e dopo poco tempo Sumire -che aveva sempre creduto di diventare una grande scrittrice, lasciando per questo anche l'università- si ritrova con un lavoro da segretaria personale che adora ma che la assorbisce tanto da non aver più nulla da scrivere. Il suo lavoro la porta sempre più a contatto con Myū, fino a lungo viaggio in Europa che avrà termine in Grecia. Il viaggio per Sumire finisce qui perché scompare come fumo. Evapora. La ragazza non verrà più trovata nonostante gli sforzi di Myū e del suo amico innamorato.

<<A te piace Sumire, vero? - mi chiese - Voglio dire, come donna.
Continuando a spalmare il burro sul pane, annuii semplicemente. [...] Poi sollevando il viso, dissi: - Ci sono cose che non si scelgono.>>

Il triangolo amoroso che si forma distingue tra il desiderio che il ragazzo ha per Sumire e che Sumire ha per Myū e l'affetto che ognuno prova alla fin fine per l'altro: nel caso del ragazzo si tratta di amore come per Sumire nei confronti di Myū che per un fatto davvero strano del passato non riesce più a provare desiderio per nessuno limitandosi a delle emozioni piuttosto scolorite.
È interessante come l'autore trovi in ognuno dei protagonisti questa scissione che da sfumata diventa netta; desiderio e affetto diventano due facce, due lati davvero diversi di una stessa medaglia. Il desiderio viene soffocato, o si cerca di nasconderlo il più possibile mentre l'affetto è un sentimento che dilaga, si diffonde come un grande tsunami. Tutta la storia è intrisa di cultura, musica classica e passioni facendo apparire i protagonisti come bohémien di un'altra epoca: libri sparsi senza una libreria, appartamenti piccoli con il solo necessario per dare nutrimento alla mente; musica che riempie i vuoti e avvicina le anime.

<<Questa donna ama Sumire. Ma non riusciva a provare desiderio per lei. Sumire la amava e la desiderava. Io amavo Sumire e la desideravo. Sumire mi voleva bene ma non mi amava e non provava desiderio per me. Io riuscivo a provare desiderio per un'altra donna, ma non l'amavo era molto complicato. Sembrava la trama di un dramma esistenzialista.>>

Più o meno a metà del racconto il lato onirico di  Murakami si rivela al lettore sconfinando nell'impossibile o semplicemente nel poco probabile. Questa caratteristica dona al racconto qualcosa di irreale ma che ha il sapore del miracolo: qualcosa di davvero improbabile che però stuzzica la fantasia del lettore inducendolo a credere in questi fatti.
L'introspezione dei personaggi occupa una buona parte del racconto senza appesantire la storia, merito di uno stile scorrevole e leggero, con un ritmo che si prende il suo tempo, che segue la sua logica senza fretta.

E così Haruki Murakami mette insieme una storia in cui i personaggi si sfiorano perennemente, inseguendosi, amandosi ma mai toccandosi in un girotondo il cui destino è quello di aprirsi e perdere ogni pezzo.



COPERTINA 7,5 | STILE 8,5 | STORIA 9 | SVILUPPO 9



Titolo: La ragazza dello sputnik
Autore: Haruki Murakami, traduzione Giorgio Amitrano
Editore: Einaudi Editore
Numero di pagine: 216
Prezzo: 12,00 euro




Trama:

Sumire è una ragazza impulsiva, disordinata, generosa, con il mito di Kerouac e della scrittura. Myu è una donna matura, sposata, molto ricca e molto bella. Sumire ama Myu come non ha mai amato nessun ragazzo. E Myu parrebbe provare lo stesso sentimento, ma uno schermo invisibile sembra separarla dal sesso, e forse dal mondo. Riusciranno a incontrarsi o si perderanno senza lasciare traccia come lo Sputnik, condannato a vagare nello spazio per sempre? A raccontarci la storia è un giovane senza nome, prima studente, poi maestro elementare, innamorato di Sumire innamorata di Myu. E così i destini dei nostri tre protagonisti s'inseguono ma non si congiungono mai, simili a satelliti alla deriva per l'eternità.

L'AUTORE


Murakami Haruki è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con La fine del mondo e il paese delle meraviglie Murakami ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki. Einaudi ha pubblicato Dance Dance DanceLa ragazza dello SputnikUndergroundTutti i figli di Dio danzanoNorwegian Wood (Tokyo Blues)L'uccello che girava le Viti del MondoLa fine del mondo e il paese delle meraviglieKafka sulla spiaggiaAfter DarkL'elefante scomparso e altri raccontiL'arte di correreNel segno della pecoraI salici ciechi e la donna addormentata1Q84A sud del confine, a ovest del soleRitratti in jazz (con le illustrazioni di Wada Makoto), L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggioSonnoUomini senza donneLa strana biblioteca (con le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti), Vento & Flipper e Gli assalti alle panetterie (illustrato da Igort).
Einaudi ha anche pubblicato in uniform edition nei Super ET, con le copertine di Noma Bar: L'arte di correre, L'elefante scomparso, L'uccello che girava le Viti del Mondo, Norwegian Wood, Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Nel segno della pecora, Kafka sulla spiaggia, I salici ciechi e la donna addormentata, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Tutti i figli di Dio danzano, After Dark, Underground, A sud del confine, a ovest del sole e Uomini senza donne




4 commenti:

  1. La ragazza dello Spoutnik è un romanzo che consiglio sempre! Non so se tu abbia letto qualcos'altro di suo, ma ti consiglio spassionatamente anche Kafka sulla spiaggia 😊 Il mio amore nei riguardi di quest'autore è nato con questo romanzo 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ne prendo nota, sono sempre alla ricerca di qualche titolo nuovo!:) anche a me è piaciuto davvero tanto il suo stile ;)

      Elimina
  2. Murakami è un autore che ho amato moltissimo, non ho letto i suoi ultimi scritti, ma ho davvero amato "Tokyo Blues/Norvegian Wood" e "A sud del confine, a ovest del sole". Se ne avrò occasione acquisterò altri suoi libri.
    xoxo Connor

    RispondiElimina