mercoledì 14 dicembre 2016

RECENSIONE || "Agatha Raisin e la giardiniera invasata" di M.C. Beaton

Buongiorno, lettrici e lettori!



Dopo aver letto la terza avventura di Agatha Raisin ne sono sempre più conquistata. In "Agatha Raisin e la giardiniera invasata" di M.C. Beaton, la nostra protagonista mostra una delle caratteristiche che piacciono più a noi lettori: la normalità.




In questo volume Agatha viene chiamata a indagare sulla morte di una nuova abitante di Carseley, Mary Fortune. Bella, ricca, una cuoca poveretta e un pollice verde che farebbe crescere una foresta in un deserto, Mary si impossessa dei sentimenti di James Lacey. Al ritorno da una lunga vacanza Agatha deve fare i conti con una forte gelosia: adesso James e Mary sembrano molto amici. Mary Fortune la sta scalzando dal suo posto nel villaggio?




Agatha decide di farsela amica e capire a che gioco sta giocando. In occasione della giornata dei "giardini aperti" la nostra detective amatoriale decide, su invito di Mary, di iscriversi alla associazione orticola. Qualcosa non torna nella perfetta donna: ogni tanto una punta di acido le cola dalle labbra, scendendo sul mento e schizzando gli sfortunati abitanti del paesino. Questa sensazione dura finché la povera Mary Fortune non viene trovata morta in casa sua. Chi l'ha uccisa? Qualcuno di Carseley? 




Ed ecco che Agatha e James tornano a fare squadra interrogando tutti nel villaggio e scoprendo il passato di Mary. Questa volta Agatha si mostra nel suo volto più umano: il racconto lascia spazio alle emozioni che sono ben amalgamate con le indagini necessarie per scoprire il furbo assassino. Il ritmo non è frenetico come nei due precedenti libri e la suspense è più pacata. Lo stile rimane fluido descrivendo un racconto che verte più sulle indagini sistematiche che su colpi di scena imprevedibili.


Consiglio questa serie agli amanti del giallo, alle persone hanno trovato piacevole Miss Marple, in una veste più moderna e ironica.



COPERTINA 7,5 | STILE 7,5 | STORIA 7 | SVILUPPO 6/7



Titolo: Agatha Raisin e la giardiniera invasata
Autore: M.C. Beaton
Editore: Astoria Edizioni
Numero di pagine: 179
Prezzo: 15,00 euro

Trama:

Al ritorno dalle vacanze Agatha non può che rimanere sconvolta nello scoprire che una nuova donna si è intrufolata nelle simpatie del suo attraente vicino James Lacey. La bellissima Mary Fortune le è superiore in ogni cosa, soprattutto nel giardinaggio, e con l’imminente Giornata dei Giardini Aperti di Carsely Agatha si sente profondamente inadeguata. 

Nel frattempo cominciano a succedere cose strane: alcuni giardini vengono devastati, i pesciolini rossi del vecchio Bernard Spott vengono uccisi, e la nuova arrivata si comporta davvero in modo bizzarro, quasi un po’ crudele. 
Agatha, stramba, irritabile, gelosa, e convinta che le donne non invecchino con grazia, è la persona giusta per scoprire se la bella Mary, giardiniera provetta, è davvero quel che sembra…



L'AUTRICE

Marion Chesney (1936) è nota per aver scritto più di 100 romanzi storici, pubblicati sotto numerosi pseudonimi.
M.C. Beaton (il nome usato per le serie mistery) è nata in Scozia, ha lavorato come libraia, specializzata in narrativa, ha intrapreso poi la carriera di giornalista, di moda prima di cronaca nera poi. Dopo alcuni anni trascorsi negli Stati Uniti – dove cominciò appunto a scrivere romanzi storici – Marion, di ritorno in Inghilterra decise di dedicarsi ai gialli. Diede vita prima a una serie con Hamish Macbeth e, a partire dal 1992, a quella che vede protagonista Agatha Raisin.




2 commenti: