venerdì 22 luglio 2016

RECENSIONE || "L'onore sopra ogni cosa" di Kathleen Grissom

Buongiorno, lettrici e lettori!


"L'onore sopra ogni cosa", come "Il mondo di Belle", di Kathleen Grissom Neri Pozza Editore mi è entrato nel cuore e lasciato una traccia indelebile.

L'argomento non è dei più rosei nel corso della storia dell'uomo: durante l'Ottocento in America del nord e in America del sud, la tratta degli schiavi era del tutto normale e apprezzata. In particolare nei campi di cotone, tabacco e caffè le persone di colore erano sfruttate e brutalizzate, separate dai propri cari, i propri figli, con un valore pari a quello delle bestie.

È in questo quadro che James Burton, diventato ricco dopo essere stato adottato, vive nella sua grande casa celando un segreto inaccettabile per la società. Fuggito a tredici anni da Tall Oaks (una grande fattoria del sud), cresciuto da bianco ma in realtà partorito da una donna di colore, la sua carnagione inganna tutti facendolo sembrare un ragazzino povero ma libero. Riesce a raggiungere Philadelphia dove viene soccorso da Henry, un uomo di colore, uno schiavo riuscito a sfuggire ai negrieri ma consapevole di essere marchiato per sempre e quindi eternamente in fuga. James, spinto dal suo nuovo amico, trova lavoro dai Burton che lo accoglieranno come un figlio. Ma il passato ritorna sempre e quando James scopre che la sua amante, una donna ricca e sposata a un ubriacone, è incinta il panico lo prende pensando che potrebbe nascere un bambino di colore e quindi svelando a tutti il suo segreto. In contemporanea l'unico figlio di Henry, Pan, cresciuto nella casa di James, scompare mentre era vicino al porto. Sarà stato rapito e portato nei campi del sud come schiavo?

James riscoperchierà il suo passato per salvare Pan, la sua prole e chi ama, scoprendo come vengono trattati gli schiavi, come vengono torturati. Un viaggio nel tempo, tra flashback e storie difficili, in cui i protagonisti principali narrano a turno la storia in comune e la loro personale. Un mare di emozioni minaccia di affogare il lettore: la crudeltà, mista a pietà e compassione, l'amore delle persone indipendente dal colore della pelle, i sentimenti di James verso quei "negri" che tanto lo aiuteranno nel suo intento e che lo hanno aiutato durante la sua vita. 

Una storia da leggere d'un fiato, con un ritmo incalzante, una corsa contro il tempo e nel tempo, un passato che mai demorde e che presenta il conto a distanza di anni. Il nostro protagonista sarà chiamato a fare scelte difficili: non è un eroe, lui spesso sbaglia, tenta di fuggire dai suoi problemi accecato dalla paura. Proprio questi piccoli difetti lo rendono umano e quindi verosimile. Possiamo supporre che all'epoca di sicuro qualcuno ha vissuto una storia simile e questo non potrà che far rabbrividire il lettore. Ma il racconto dona anche un raggio di speranza, valori importanti e positivi commoventi che rendono la storia alla fin fine un racconto a lieto fine.

Il "buono" e il "cattivo" in questo libro non è etichettato con il colore della pelle. Potrebbe sembrare un dito puntato contro la razza bianca. Al contrario questa storia vuole dimostrare quanto conti poco la "razza" e quanto pesi invece il cuore delle persone. Scoprirete un romanzo storico indimenticabile, avvincente e riflessivo che ogni lettore amerà.

COPERTINA 8 | STORIA 8,5 | STILE 8,5


Titolo: L'onore sopra ogni cosa
Autore: Kathleen Grissom
Numero di pagine: 432
Prezzo: 18,00 euro



Trama:

James Burton, noto e stimato argentiere di Philadelphia, ha una benda nera che gli copre l’occhio sinistro. Nei salotti buoni della città le donne sussurrano che sia rimasto sfregiato durante un duello, e James non fa nulla per mettere a tacere queste romantiche voci. Negli anni ha imparato a nascondere molti segreti. Nato in una grande casa coloniale nel Sud della Virginia, dall’unione illegittima tra Belle, una schiava mulatta, e Marshall Pyke, il giovane padrone della piantagione, James un giorno è stato accecato dall’ira e dalla disperazione. Ha impugnato un’arma e ha fatto fuoco contro Marshall, suo padre, che aveva deciso di venderlo come schiavo, sebbene avesse la pelle bianca come lui e fosse cresciuto nella casa padronale come uno dei Pyke.
La fuga, senza rivolgere la parola a nessuno per il timore di essere scoperto, è durata a lungo. Fino al giorno in cui Jamie Pyke è diventato James Burton, gentiluomo di Filadelfia, invitato ai ricevimenti dell’aristocrazia della città, poiché ne conosce diligentemente le regole e poiché è un uomo attraente e di bell’aspetto, capace di conquistare il cuore di Caroline, la figlia del cinico Mr Cardon, un ricco esponente dell’industria del taglio e del trasporto del legno in Pennsylvania.
Vent’anni, celando con cura due segreti che potrebbero condurlo alla forca: un omicidio e l’avere «il sangue dei negri», come amano dire gli schiavisti. Vent’anni per lasciarsi alle spalle il passato e raggiungere una certa sicurezza. Ora però la paura, che non lo ha mai abbandonato, sta tornando a farsi sentire per James, come una pesante palla di piombo.
Henry, un uomo di colore con cui ha esattamente da vent’anni un debito d’onore, ha bussato alla sua porta e gli ha chiesto di aiutarlo a ritrovare suo figlio, finito in mano ai negrieri.
Difendere la propria sicurezza, a costo di venir meno alla parola data, oppure porre l’onore sopra ogni cosa? Questo è il dilemma che lacera Jamie Pyke, divenuto James Burton, noto e stimato argentiere di Philadelphia.
Con una scrittura avvincente e dal ritmo serrato, che tiene con il fiato sospeso, Kathleen Grissom, già autrice del bestseller Il mondo di Belle, ci conduce nell’implacabile America sudista del 1830, dove il desiderio di riscatto e la lotta per la libertà animano i cuori dei coraggiosi e indimenticabili personaggi di questo romanzo.



L'AUTRICE



Kathleen Grissom è nata nel Saskatchewan, in Canada, e ha messo felicemente radici in Virginia, dove vive col marito nella locanda di una piantagione. Il mondo di Belle, il suo primo romanzo, ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico e di critica, in tutto il mondo.


2 commenti:

  1. Risposte
    1. Si, un libro davvero fantastico! La Grissom è molto brava :)

      Elimina