lunedì 2 maggio 2016

RECENSIONE || "La soffiatrice di vetro" di Petra Durst- Benning

Buon inizio settimana, lettrici e lettori!

Oggi vi parlerò dell'ultimo romanzo storico che ho letto, "La soffiatrice di vetro" di Petra Durst-Benning Beat Edizioni, prossimamente nelle librerie!




La storia ha luogo, a fine Ottocento, in Germania a Lauscha, un paesino ai piedi delle montagne rinomato per la lavorazione del vetro e le decorazioni eleganti e raffinate che caratterizzano queste delicate opere.

La tre sorelle Steimann, Johanna, Ruth e Marie, dopo aver perso la madre in tenera età devono fare i conti anche con la morte del padre Joost, mastro vetraio.
Oltre al dolore per la perdita del genitore, che le ha sempre protette e rispettate e a cui ha insegnato i valori della vita e della femminilità, le tre ragazze devono pensare a come sostenersi ora che nessuno lavora più. Che fare? Sposarsi? Farsi assumere da un altro vetraio?


"Tre giovani donne senza più una protezione maschile. 

La gente si aspettava forse che una di loro crollasse? O che un'altra sciagura si abbattesse sulla casa?"


Ecco che la famiglia Heimer, le accoglie come operaie sottopagandole e guardandole con superbia. Infatti Johanna, Ruth e Marie non sono come le altre ragazze: grazie all'educazione del padre sono cresciute sapendo usare la testa, tenendo alla propria virtù e lavorando sodo. Le sorelle prenderanno strade diverse, cadendo, ferendosi e rialzandosi a testa alta, per unirsi e creare la prima impresa di sole donne mai vista nel villaggio. Nessun padrone che le comanda a bacchetta, basta ore e ore di lavoro pagate pochi spiccioli. Un'avventura che ha come tema l'emancipazione femminile, il coraggio ma anche l'amore, l'imprevedibilità della vita e l'onestà. 


"Lei, Johanna Steimann, e il successo? Le critiche di Strobel avevano acceso in lei qualcosa che ancora non sapeva definire. 

Altri la chiamavano ambizione."



"tu e le tue sorelle siete delle vere proprie pionere!"

Una storia che vede come protagoniste e voci narranti le sorelle Steimann ma anche qualche altro personaggio che ha rilevanza nella vita delle ragazze. In questo modo il racconto prende almeno tre strade diverse, aprendosi fino a dare una visione di insieme e completa al lettore. La parte iniziale è un po' lenta, la storia  diventa più ritmata dopo qualche tempo, quando il lettore prende confidenza con le protagoniste e si acquatta all'interno della trama.

Lo stile è abbastanza scorrevole, pensieri e azioni sono raccontati con un lessico moderno, a mio parere fin troppo rispecchiando poco il tempo in cui è ambientata la storia. Proprio a questo proposito, mi sarebbe piaciuto se qualche evento della storia fosse stato collegato con qualche evento accaduto in quel luogo e in quell'epoca per dare un sapore più realistico a tutto. Il bello di un romanzo storico è anche leggere e scoprire qualche curiosità di un tempo a noi lontano, raccontato sapientemente e ben amalgamato con il racconto dell'autore.


In generale lo consiglio, una storia che fa riflettere chi legge sulla questione femminile, sul coraggio che si doveva avere in quell'epoca per sopravvivere, scorrevole e piacevole senza essere pretenziosa. Inoltre l'autrice ha già comunicato che ci sarà almeno un seguito per scoprire che fine faranno le sorelle Steimann e io di sicuro non me lo perderò.



COPERTINA 7 | STORIA 7 | STILE 7



Titolo: La soffiatrice di vetro
Autore: Petra Durst-Benning
Editore: Beat Edizioni
Numero di pagine: 395
Prezzo: 16,50 euro
Ebook: \
Prezzo on line: 14,30 euro Amazon

Trama:

A Lauscha, un piccolo villaggio tedesco immerso nei boschi della Turingia, gli abitanti si guadagnano da vivere da secoli allo stesso modo: soffiando il vetro.
Una notte di settembre alla fine dell’Ottocento, però, il soffiatore Joost Steinmann muore inaspettatamente, lasciando le tre figlie – Marie, Ruth e Johanna – in ristrettezze economiche. Mentre Ruth pensa solo al bel giovane del villaggio che le fa gli occhi dolci e Johanna spera di trovare un impiego qualunque, Marie – la più piccola delle tre – ha un piano: diventare una soffiatrice di vetro, proprio come suo padre.
Peccato, però, che a Lauscha la tradizione parli chiaro: solo gli uomini possono soffiare il vetro. Le donne devono occuparsi della decorazione e del confezionamento. Il buon senso vorrebbe che Marie lasciasse perdere. Invece la ragazza inizia a lavorare di nascosto, finché in paese non si diffonde la voce dell’arrivo di un nuovo misterioso soffiatore, e tutti accorrono per sapere chi si celi dietro quelle splendide e originalissime creazioni.
Opera di una delle scrittrici di romanzi storici più affermate in Germania, La soffiatrice di vetroracconta la vicenda – ben scritta e impreziosita da un grande lavoro di documentazione – di tre sorelle costrette a lottare in un mondo chiuso alle novità e condizionato dai pregiudizi. Una storia irresistibile che mostra come a volte i sogni si realizzano restando fedeli a se stessi e al proprio cuore.




L'AUTRICE

Petra Durst-Benning è una delle autrici tedesche di maggiore successo. Ha scritto quattordici romanzi storici, molti dei quali sono diventati dei bestseller.


4 commenti:

  1. M'ispira molto e me lo segno anche se prima recupererò La moglie dell'aviatore e I Gillispie che ho già, editi da BEAT.
    La storia di tre sorelle mi ha ricordato quella delle sorelle Lorimer di "Storia di una Bottega" di Amy Levy, pubblicato dalla Jo March. Lo hai letto? Mi sa che potrebbe piacerti altrimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Non lo conosco ma me lo segno subito!!!! Grazie mille per il suggerimento! :)

      Elimina
  2. Ho letto con interesse la tua bella recensione e mi piace conoscere donne che riescono ad affermarsi tramite il lavoro arricchito dall'ingegno. Realizzare i propri sogni è importante per costruire un futuro in cui si è protagonisti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo la storia è davvero interessante, mi piace soprattutto l'idea di un seguito, perché l'autrice ci lascia in un momento, di sicuro di affermazione delle giovani Steimann, ma ancora in evoluzione! Vedremo! :)

      Elimina