venerdì 29 gennaio 2016

RECENSIONE II "Il Patto" di Jodi Picoult

Salve lettrici e lettori!

Oggi vi parlerò del libro "Il Patto" di Jodi Picoult, una storia di emozioni e di un amore che supera ogni confine. 
Prima di iniziarlo a leggere pensavo fosse un thriller, invece mentre lo leggevo ho scoperto che la storia si incentrava su questo amore tra Christopher Harte e Emily Gold, due adolescenti cresciuti insieme fin dalla culla, inseparabili quasi in senso patologico.

 I due ragazzi prima amici di giochi, poi fidanzati, sono i figli di Augusta (Gus) e James e Melanie e Michael vicini di casa da diciotto anni, ossia da quando sia Gus che Melanie aspettavano i loro bambini. Tutti e quattro speravano che i loro figli, un giorno, si sarebbero fidanzati e amati.

"Guardarono tutti la culla. La bambina fece un movimento riflesso. Le sue dita affusolate si aprirono come petali di un fiore e si richiusero a pugno, cercando qualcosa da afferrare. E anche se non ne era consapevole, quando Emily Gold si riaddormentò, teneva stretta la mano di Christopher Harte."

Tutto scorre liscio nelle loro vite, Chris ed Emily sono degli studenti modello: lei promettente pittrice e lui un campione di nuoto. Una sera entrambe le famiglie ricevono una telefonata che ribalterà il loro mondo e il loro modo di vivere. Tutti corrono in ospedale per vedere quali ferite hanno riportato i loro figli, Chris è vivo con settanta punti in testa ed Emily... beh Emily è morta. Un colpo di arma da fuoco alla tempia.

Melanie e Michael sono stravolti dalla notizia. Gus e James non sanno cosa pensare se non proteggere il loro bambino, ormai diciottenne, sopravvissuto.
Ma che cos'è successo quella notte del 7 Novembre, alla giostrina? Perché due adolescenti avevano con sé del whisky e una Colt calibro 45? Le prove dell'autopsia dicono delle cose che possono essere interpretate in due modi opposti, a favore e contro Chris.

Tutto il romanzo si dipana intorno al sapere che cos'è successo ai due ragazzi, a che "Patto Suicida" si riferisca Chris. Ma soprattutto se lui dice la verità: Emily, la giovane promessa dell'arte, la ragazza bella e studiosa, si voleva davvero suicidare? Perché mai? Nessun segno di questa intenzione, nessuna depressione vista. 

"Un Patto Suicida. Che cosa significa esattamente?
La pianificazione di due o più morti contemporaneamente, Per un adulto è un'idea molto difficile da comprendere: avere un ascendente talmente forte su un'altra persona da indurla a rinunciare alla propria vita."

I dubbi affollano la mente di tutti e quattro i genitori, del piccolo paese in cui abitano, Bainbridge, dita puntate contro Chris. Quale sarà la verità? Suicidio o Omicidio? 

"Oggi avete una scelta. Potete fare come facevo io, come faccio di solito in qualità di avvocato: prendere i fatti e formarvi una vostra opinione. Oppure, potete prendere in mano la verità, e accoglierla come un dono."

Il romanzo è ben strutturato e assicura una suspense che si esaurisce giusto all'ultima pagina del libro. Il ritmo rimane alto grazie, non solo al dubbio sull'innocenza del protagonista, ma anche allo scambio frequente dei punti di vista, anche se il principale rimane quello di Christopher.
Ciò che colpisce è la storia d'amore tra i due adolescenti, molto più matura delle classiche storielle tra teenagers: un amore profondo, pronto a tutto. Il libro si divide tra ADESSO (1997) e ALLORA (dalla nascita dei bimbi fino alla fatidica notte in cui tutto cambiò). I due salti temporali si uniscono in unico punto, quando Chris potrà dire la verità e venire giudicato per questo. Il passato racconta vari eventi nel corso della crescita dei due bambini, della loro relazione, del loro amore e dei loro traumi.

"Quando ami qualcuno, le sue necessità sono più importanti delle tue. Non importa quanto siano assurde, non importa se ti fanno sentire come se ti stessi strappando il cuore dal petto."

Ho trovato il libro molto bello e ipnotico, profondo: instilla il dubbio, chiarisce eventi e li oscura di nuovo. Il lettore deve scegliere da che parte stare senza sapere davvero la verità, solo Chris è onnisciente nella storia gli altri personaggi ruotano intorno a lui e all'evento tragico di cui è stato protagonista e unico sopravvissuto. L'amore tra i due ragazzi è assolutamente invidiabile, curioso anche come cambino la relazione tra due coppie di genitori, amici di sempre, vicini di casa quando si verifica un evento così traumatico: l'amore per un figlio risucchia la luce da tutto il resto. 
Da sottolineare come l'autrice rafforza il senso di "verità"  sviscerato dal personaggio dell'avvocato Jordan McAfee: la verità è unica oppure è relativa? In questo romanzo scoprirete in quanti modi possibili si possono interpretare diversi segni ma che alla fine tutto ritorna a ciò che realmente è successo.

Mi sono riscoperta a stendere i panni pensando alla storia di Chris ed Emily di come doveva essere stare al posto di Melanie senza la più la sua bambina, diventata ragazza e donna in un batter d'occhio, dalla mattina alla sera, e perderla in un lasso di tempo ancora più breve. Un libro che risucchia al suo interno il lettore che non smette di pensare a questo racconto nemmeno a miglia di distanza. 

Titolo: Il Patto
Autore: Jodi Picoult traduzione di isabella Polli
Numero di pagine: 373
Prezzo: 14,90 euro
Ebook: 7,99 euro

Prezzo on line: 12,67 euro






Trama:


Fino a quella telefonata alle tre del mattino di una giornata di novembre, i Gold e i loro vicini di casa, gli Harte, sono sempre stati inseparabili. Per ben diciotto anni. Non è stata una sorpresa per nessuno, dunque, quando i loro figli adolescenti, Chris ed Emily, da semplici amici sono diventati qualcosa di più.
Ma adesso la diciassettenne Emily è morta uccisa da un colpo di pistola alla testa sparatole da Chris, in un apparente patto suicida lasciando le due famiglie devastate e alla disperata ricerca di risposte su un gesto inimmaginabile, di due figli che forse non conoscevano bene come credevano.
È rimasta una sola pallottola nella pistola che Chris ha preso dall'armadio del padre, una pallottola che secondo la sua versione era destinata a se stesso. Cos'è successo veramente?
Un detective della polizia del luogo nutre più di un dubbio sul patto suicida descritto dal ragazzo e inizia un'indagine che terrà il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina.


mercoledì 27 gennaio 2016

Giorno della memoria, i libri per non dimenticare

Il 27 Gennaio ricordiamo lo sterminio e la persecuzione degli ebrei, durante la seconda guerra mondiale, a causa delle leggi razziali e naziste. 

Ho sempre creduto che non esista modo migliore di far conoscere (e ricordare) che leggere le storie di chi è sopravvissuto, di chi ci è stato, di persone che sono rimaste sole al mondo dopo lo sterminio. Tutte le volte che leggo una di queste testimonianze i miei vestiti puliti mi fanno prudere la pelle, il calore della mia stanza mi riesce insopportabile, un senso di tristezza e di orrore mi pervade. E così deve essere. Tutti dovremmo ricordare la Shoah e trasmetterla ai nostri figli a chi non avrà la possibilità di sentire la dure realtà dalla voce di chi è sopravvissuto. 


La legge n. 211 del 20 luglio 2000 ha istituito il Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Espressamente il fine è "ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati."

In tutta Italia il 27 gennaio - giorno della liberazione del campo-simbolo di Auschwitz - è il giorno dedicato al ricordo.



I libri che vi consiglio sono questi:



"La baracca dei tristi piaceri" di Helga Schneider  Salani Editore è uno dei libri che più mi ha colpita. La storia racconta di questa ragazza di Berlino che viene deportata, separata dal suo amore da ragazzina, e messa nei blocchi destinati alle prostitute. Pur essendo un mestiere terribile, lei si sente una privilegiata, da mangiare non manca, sono abbastanza pulite e spesso gli uomini che richiedono i loro servizi vogliono solo parlare o piangere.
Ma altri oltre che a usarle, le bruciano con le sigarette, le insultano e le picchiano.
Un romanzo duro, una storia difficile da leggere ma che vi consiglio caldamente.

Trama:

"Stava lì, l'aguzzina delle SS, capelli biondi e curati, il rossetto sulla bocca dura, l'uniforme impeccabile… Stava lì e pronunciò con sordida cattiveria: ‘Ho letto sulla tua scheda che eri la puttana di un ebreo. È meglio che ti rassegni: d'ora in poi farai la puttana per cani e porci'".
Così racconta l'anziana Frau Kiesel alla giovane e ambiziosa Sveva, dando così voce a un dramma lungamente taciuto: quello delle prigioniere dei lager nazisti selezionate per i bordelli costruiti all'interno stesso dei campi di concentramento, in base un'aberrante strategia per la limitazione dell'omosessualità.
Donne i cui corpi venivano esposti ai sadici abusi delle SS e dei prigionieri maschi – spesso veri e propri relitti umani – che malgrado tutto preferivano rinunciare a un pezzo di pane per scambiarlo con pochi minuti di sesso tristissimo. Donne che alla fine della guerra, schiacciate dall'umiliazione e dalla solitudine, invece di denunciarla fecero di tutto per nascondere quella tragedia, seppellirla dentro di sé. In questo nuovo capitolo della memoria storica personale e collettiva, Helga Schneider continua, con lucidità e compassione, ma anche con implacabile giudizio, a dare testimonianza di ciò che è accaduto perché non si ripeta mai più, e a rendere un coraggioso omaggio alle donne che in tutti i tempi e in tutti i luoghi subiscono la violenza degli uomini, delle leggi, della Storia.



"La chiave di Sara" di Tatiana de Rosnay  Mondadori l'ho letto guarda caso durante un viaggio a Parigi. Il libro, molto famoso, racconta di questa famiglia che viene deportata e la ragazzina, Sarah, cerca di proteggere il fratellino chiudendolo in un armadio a muro, praticamente invisibile per chi non conosce la casa. Il resto della famiglia viene portato al velodromo di Parigi per diversi giorni in condizioni igieniche pietose. Sarah cerca qualcuno a cui consegnare la chiave per liberare il fratello ma non trova nessuno... Intanto il loro viaggio verso i campi di concentramento prosegue e Sarah continua a cercare qualcuno che possa ritornare a casa sua e occuparsi del piccolo bimbo chiuso nell'armadio...
Il film rispecchia abbastanza bene la storia, ma il libro è impareggiabile. Da leggere!

                                                  Trama:

È una notte d'estate come tante altre, a Parigi. La piccola Sarah è a casa con la sua famiglia, quando viene svegliata dall'irruzione della polizia francese e prelevata insieme ai genitori. Ha solo dieci anni, non capisce cosa sta succedendo, ma è atterrita e, prima di essere portata via, nasconde il fratello più piccolo in un armadio a muro che chiude a chiave. È il 16 luglio del 1942. Sarah, insieme a migliaia di altri ebrei, viene rinchiusa nel Vélodrome d'Hiver, in attesa di essere deportata nei campi di concentramento in Germania. Ma il suo unico pensiero è tornare a liberare il fratellino. Sessant'anni dopo, Julia, una giornalista americana che vive a Parigi, deve fare un'inchiesta su quei drammatici fatti. Mette mano agli archivi, interroga i testimoni, va alla ricerca dei sopravvissuti, e le indagini la portano molto più lontano del previsto. Il destino di Julia si incrocia fatalmente con quello della piccola Sarah, la cui vita è legata alla sua più di quanto lei possa immaginare. Che fine ha fatto quella bambina? Cosa è davvero successo in quei giorni? Quello che Julia scopre cambierà per sempre la sua esistenza.



"Il bambino con il pigiama a righe" di John Boyne  Rizzoli Questo libro non l'ho  letto, ma il film l'ho visto e secondo me nasconde un bellissimo romanzo. La storia racconta di questa famiglia tedesca impegnata a gestire un campo di concentramento. L'ufficiale tedesco e la moglie hanno un bambino che è sempre solo in questa grande casa. Giocando nel cortile e nei dintorni della residenza scopre una recinzione: al di là c'è un bambino. Questo bambino ha un pigiama a righe. I due ragazzini diventano amici e tutte le volte che possono si trovano in quel punto della rete e parlano separati dal filo spinato..

Trama:

Bruno è un bambino di nove anni, figlio di un comandante delle SS, completamente all’oscuro della realtà della guerra e di quanto avviene nella Germania nazista. Un giorno incontra un bambino ebreo, Shmuel, chiuso in un luogo circondato da un recinto. Nonostante ci sia una rete a dividerli, giorno dopo giorno tra i due bambini cresce un’amicizia segreta così forte che li porterà a condividere un uguale destino.



"Il parrucchiere di Auschwitz" di Eric Paradisi    Longanesi trovate la recensione sul blog. L'ho letto pochissimo tempo fa e anche questo mi è sembrato un buon romanzo per non dimenticare. Un altro punto a suo favore è che parla di un giovane romano, Maurizio, cresciuto nel quartiere ebreo e viene deportato lasciando la sua ragazza impiegata nella resistenza nelle grinfie dei soldati fascisti. Il racconto prosegue descrivendo Auschwitz, i trattamenti che riservavano ai deportati e ai lavoratori. 

                                                  Trama:

In una gelida notte d'inverno, la voce di Flor si leva sulla città innevata per raccontare, in un canto intimo e toccante, una storia all'uomo che ama: la storia di suo nonno Maurizio, barbiere del ghetto in una Roma occupata dai nazisti, e di Alba, la ragazza dai capelli biondo cenere che crede in un futuro diverso e che per questo ha abbracciato la Resistenza. Fortunosamente scampato alla retata che gli ha portato via l'intera famiglia, Maurizio trova rifugio nell'appartamento di Alba, dove, giorno dopo giorno, fra speranza e trepidazione, attende che lei faccia ritorno dalle sue missioni clandestine. Finché non arriva la domenica: allora, come in un rituale tutto loro, le spunta i capelli rinnovandole la sua promessa di una vita insieme dopo la guerra. Il sogno, però, si infrange in una mattina di primavera, quando i fascisti li sorprendono nel sonno: lei finisce in carcere, lui su un treno diretto ad Auschwitz. Lì, nel più funesto dei campi, Maurizio riuscirà a sopravvivere proprio grazie alla sua destrezza con forbici e rasoio e all'inestinguibile ricordo di quel volto, di quei capelli. Ma la neve continua a cadere, intanto, e il racconto di Flor, intrecciandosi con quello della propria vicenda amorosa, si fa struggente messaggio per l'amato, invito accorato a trovare, a sua volta, la forza e le motivazioni con cui far fronte al distacco e agli eventi di una storia che sembra perennemente riecheggiare se stessa.

In occasione del Giorno della Memoria troverete diverse nuove uscite, come "La pianista di Auschwitz" di Suzy Zail (trovate la trama seguendo il link), "La ragazza con la bicicletta rossa" di Monica Hesse, "Il bambino in cima alla Montagna" di John Boyne e "La sarta di Dachau" di Chamberlain Mary. 
In quanto a saggi invece potrete trovare Racconti dal ghetto di Lodz di Abram Cytryn e da una prospettiva diametralmente opposta "I caduti di pietra" di Giuseppe Russo.








Passiamo ai classici "Se questo è un uomo" di Primo Levi . Non sono riuscita a leggerlo per intero. Un libro unico e profondo, che lascia poche parole e poca immaginazione al lettore. "Diario"di Anna Frank  un altro libro in cui la piccola Anna Frank descrive la sua vita prima che venissero scoperti. Nascosti, immobili, fermi, senza poter parlare o fare un rumore Anna scrive la sua vita di tutti i giorni come una reclusa, ancora viva ma già imprigionata. "La lista di Schlinder" di Thomas Keneally  non l'ho ancora letto ma come molti di voi ho visto il film. Credo che sia uno dei film per antonomasia insieme a "La vita è bella" da guardare per ricordare. 





Cerchiamo di ricordarci del nostro passato per un futuro migliore. Secondo me le storie sono forse uno dei metodi migliori per non dimenticare e sentire il più vicino possibile cosa hanno passato i nostri nonni e le persone dell'epoca.




martedì 26 gennaio 2016

Nuove uscite Febbraio 2016

Salve lettrici e lettori!

Vi aggiorno su qualche nuova uscita di fine Gennaio e Febbraio! Alcuni di questi libri li aspetto con impazienza! 


"Balene Bianche" di Richard Price




Editore: Neri Pozza Editore

Numero di pagine:  352

Prezzo: 17,00 euro 

Data di uscita: 28 Gennaio













Trama:


Billy Graves, John Pavlicek, Jimmy Sheridan, Yasmeen Assaf-Doyle e Redman Brown sono i superstiti dei Wild Geese. Erano sette un tempo, ma due si sono persi per strada, il primo definitivamente dopo aver fumato per una vita tre pacchetti di sigarette al giorno, il secondo sperduto in qualche angolo dell’Arizona a godersi la meritata pensione.
Intorno alla metà degli anni Novanta erano la squadra di detective più affiatata dell’East Bronx. Si facevano valere in uno dei quartieri peggiori di New York perché si consideravano una famiglia, capace di includere tra le sue fila proprietari di cantine, bar, saloni da barbiere, qualche vecchio spacciatore di marjuana, qualche ristoratore con sala da gioco clandestina dove giocare a dadi e bere gratis. Poi non accettavano danaro, ed erano implacabili coi malviventi d’ogni risma. Una squadra magnifica, insomma, ma con un cruccio indelebile: non aver incastrato le loro personali «Balene bianche», i criminali che avevano commesso delitti efferati sotto i loro occhi e l’avevano fatta franca.
Dei cinque superstiti Billy Graves è il cucciolo del gruppo, quello ancora in servizio nella Squadra notturna del Dipartimento di polizia di New York, un manipolo di detective incaricato di sorvegliare di notte le aree più pericolose di Manhattan, da Washington Heights a Wall Street. Un incarico non proprio esaltante, ma passabile dopo anni trascorsi all’Unità per le identificazioni, in punizione per aver ferito accidentalmente un bambino ispanico di dieci anni nel Bronx.
Billy Graves e la sua squadra si recano un giorno alla Penn Station, chiamati per il ritrovamento di un cadavere. Nel sudicio porticato della stazione, una lunga scia di sangue li conduce al corpo inerte di un uomo sulla trentina, occhi azzurri spalancati e pieni di paura, le sopracciglia sottili e arcuate, la pelle bianco latte, i capelli corvini e i tratti femminei. Billy Graves riconosce subito nella vittima Jeffrey Bannion, la «Balena bianca» cui Pavlicek ha dato ininterrottamente e vanamente la caccia, l’efferato assassino di un dodicenne trovato sotto un materasso macchiato di sperma.
Quando anche nei giorni seguenti altre due «Balene bianche» vengono assassinate in circostanze misteriose, Billy capisce che c’è un’unica cosa da fare: riunire John Pavlicek, Jimmy Sheridan, Yasmeen Assaf-Doyle e Redman Brown, i Wild Geese al completo, e cercare di capire chi abbia deciso di farsi giustizia da solo.
Romanzo dal ritmo incalzante, che inchioda il lettore alla pagina con una suspense magistrale, Balene bianche segna il prepotente ritorno di Richard Price sulla scena letteraria internazionale.




"I frutti del vento" di Tracy Chevalier


Editore: Neri Pozza Editore

Numero di pagine: 320

Prezzo: 17,00 euro

Data di uscita: 28 Gennaio














Trama:

Nella prima metà del XIX secolo James e Sadie Goodenough giungono nella Palude Nera dell’Ohio dopo aver abbandonato la fattoria dei Goodenough nel Connecticut. Il padre di James, un vecchio scorbutico cui Sadie non è mai andata a genio, ha parlato chiaro un giorno: meglio che il suo secondogenito, e la sua giovane e troppo prolifica consorte, andassero a cercare fortuna altrove, all’ovest, magari, dove la terra abbonda.
La Palude Nera è una landa desolata: l’acqua puzza di marcio, il fango scuro si appiccica alla pelle e ai vestiti e la malaria d’estate si porta via sempre qualcuno. Anziché spingersi nella prateria dove la terra è buona e solida sotto i piedi, James Goodenough decide però di costruire la sua casa di legno proprio nella Palude Nera, in riva al fiume Portage.
La legge dell’Ohio prevede che un colono possa fare sua la terra se riesce a piantarvi un frutteto di almeno cinquanta alberi. Una sfida irresistibile per James Goodenough che ama gli alberi più di ogni altra cosa, poiché gli alberi durano e tutte le altre creature invece attraversano il mondo e se ne vanno in fretta. In quella terra perciò, dove gli acquitrini si alternano alla selva più fitta, James pianta e cura poi con dedizione i suoi meli: un magnifico frutteto di cinque file di alberi col piccolo vivaio in disparte. Un frutteto che diventa la sua ossessione; la prova, ai suoi occhi, che la natura selvaggia della terra, con il suo groviglio di boschi e pantani, si può domare.
La malaria si porta via cinque dei dieci figli dei Goodenough, ma James non piange, scava la fossa e li seppellisce. Si fa invece cupo e silenzioso quando deve buttare giù un albero.
La moglie, Sadie, beve troppa acquavite e diventa troppo ciarliera quando John Chapman, l’uomo che procura i semi delle piante alle fattorie lungo il Portage, si ferma a cena. In quelle occasioni, James la vede con altri occhi: scorge il turgore dei seni sotto il vestito azzurro, i fianchi rotondi e sodi nonostante i dieci figli. Ma poi non se ne cura.
Finché, un giorno, la natura selvaggia non della terra, ma di Sadie esplode e segna irrimediabilmente il destino dei Goodenough nella Palude Nera, in primo luogo quello di Robert, il figlio dagli occhi d’ambra quieti e intelligenti, e della dolce e irresoluta Martha.
Romanzo che si iscrive nella tradizione della grande narrativa americana di frontiera, I frutti del ventoè un’opera in cui Tracy Chevalier penetra nel cuore arido, selvaggio e inaccessibile della natura e degli uomini, là dove crescono i frutti più ambiti e più dolci che sia dato cogliere.






"I passi che ci separano" di Marian Izaguirre


Numero di pagine: 360

Prezzo: 19,90 euro

Data di uscita: 2 Febbraio














Trama:
Trieste, anni Venti. La bora spinge Salvador e Edita l’uno verso l’altra sconvolgendo per sempre le loro vite. Edita è slovena e Salvador è un artista spagnolo, hanno vent’anni e s’innamorano, nonostante le differenze e le convenzioni. E solo la Storia, con la sua ferocia, sarà capace di dividerli. Barcellona, anni Settanta. Salvador, ormai vecchio, vuole tornare a Trieste, dove aveva creduto di poter essere felice. Insieme a Marina, la giovane donna che lo accompagna, Salvador fa un viaggio nella memoria, raccontando del suo antico amore, delle persecuzioni e del segreto terribile che si porta dietro da cinquant’anni.




"The Heartbreakers" di Ali Novak



Editore: Sperling&Kupfer

Numero di pagine: 336

Prezzo: 17,90 euro

Data di uscita: 9 Febbraio














Trama:


La vita di Stella, diciassette anni, non è stata facile da quando sua sorella Cara si è ammalata. Stella la adora, farebbe qualsiasi cosa per lei e, ora che il compleanno di Cara è alle porte, ha in mente il regalo perfetto: un autografo degli Heartbreakers, la sua band preferita. Poco importa se per farlo dovrà stare in coda per ore o se per lei sono solo quattro ragazzini sfigati senza talento. Quando poi un ragazzo simpatico, carino e con due meravigliosi occhi azzurri le attacca bottone da Starbucks, Stella non sa che la sua vita si sta per trasformare in una di quelle canzoni d’amore che lei tanto detesta né che quel ragazzo è nientemeno che Oliver Perry, il cantante degli Heartbreakers…




"Non respirare" di di Elisabetta Pastore



Editore: Edizioni Frassinelli

Numero di pagine: 252

Prezzo: 18,00 euro

Data di uscita: 16 Febbraio

















Trama:


Toccati.» 
Lo faccio, eseguo gli ordini. Non sto a pensare più. Mi eccito anch’io. Lui se ne accorge, le mie mani si muovono bene. La mia bocca è bagnata. Lui non lo sa. Chiudo gli occhi per un secondo o più. Stringo le gambe. Inizio a muovermi piano sulla sedia. Mi sento in delirio, mi sento femmina, donna, tutto insieme. Come non mi accade da tempo. Era così con Marco all’inizio. Era magnifico farci l’amore. Ora non so neppure se riesce a pensare. È strafatto, sempre. Mi vuole bene. Così dice. Sta nel suo mondo, io quasi non esisto. L’eroina è la sua amante, lui è la mia droga.
Veronica ha trent’anni, è del Sud e vive a Roma, con Marco, eroinomane. Per pagare l’affitto e mantenere il suo fidanzato, fa due lavori: di giorno è avvocato in un importante studio della città, di notte diventa la centralinista di una hot line. Tra i muri putridi di una bettola anni Settanta nella periferia romana, si fa chiamare Jasmine e si confronta con la triste solitudine di una moltitudine di voci. Perverse, disperate, fascinose. Si divide, Veronica, tra il formalismo e la compostezza artefatta dell’ambiente legale e la spudoratezza sudicia e vile dei frequentatori notturni. Due vite in un corpo solo che faticano a restare separate e finiranno poi per incrociarsi.


"Sette Lettere da Parigi" di Samantha Vérant

Editore: Sperling&Kupfer
Numero di pagine: 300
Prezzo: 18,90 euro
Data di Uscita: 9 Febbraio












Trama:

Una ragazza americana in vacanza a Parigi, un giovane francese affascinante, 24 ore indimenticabili insieme. Poi l’addio e sette lettere scritte da lui nel tentativo di tenere viva quella passione. Non è l’inizio di un film romantico, ma di una favola vera, brevissima, perché la ragazza non risponderà mai a quelle lettere. Per vent’anni. Finché, arrivata ai quaranta, perso il lavoro e al capolinea del suo matrimonio, Samantha le ritrova. E decide di ricominciare da un gesto semplice: chiedere scusa per quel silenzio. Mai si sarebbe aspettata che Jean-Luc le rispondesse e volesse rivederla. A quel punto, non le resta che una follia: prendere un aereo e raggiungere il ragazzo dei suoi diciannove anni, per cogliere quella seconda chance che vale tutta una vita.


"Gioco di Potere" di Danielle Steel



Editore: Sperling&Kupfer

Numero di pagine: 372

Prezzo: 19,90 euro

Data di uscita: 16 Febbraio














Trama:

Fiona Carson, amministratore delegato di una società high-tech multimiliardaria, ha dimostrato di essere una donna di successo in un mondo di uomini. Madre single, fine stratega e negoziatrice, Fiona si destreggia tra mille impegni ogni giorno. A chilometri di distanza, un altro CEO, Marshall Weston, si gode invece i frutti del suo lavoro. Accanto a lui, la moglie, che ha rinunciato alla carriera per crescere i loro tre figli e sostenere il marito. Scaltro e irreprensibile, Marshall nasconde in realtà segreti che potrebbero distruggere la sua vita da un momento all’altro. Entrambi devono lottare per rimanere sempre al top. Ma qual è il prezzo del potere? Chi e cosa sono disposti a sacrificare? Le persone che amano o se stessi?


"Non torna nessuno" di Sophie Littlefiled


Editore: Sperling&Kupfer

Numero di pagine: 336

Prezzo: 19,90 euro
Data di uscita: 23 Febbraio













Trama:


Dopo il boom petrolifero, il North Dakota si è riempito di «campi», vere e proprie baraccopoli piene di uomini ingaggiati negli impianti, alla periferia di città impreparate ad accoglierli. In posti come questi, isolati e fuori dal tempo, è facile far sparire una persona. Quando due ragazzi appena arrivati svaniscono senza lasciare traccia, sono solo le loro madri a credere di poterli ritrovare. Nonostante le rassicurazioni della polizia, le due donne sono convinte che la compagnia petrolifera stia coprendo qualcosa. Non solo la sparizione dei loro figli. Così, per quanto diverse l’una dall’altra, sigillano un patto per andare alla loro ricerca. Perché se nulla può fermare una madre, due insieme sono invincibili.



"La moglie del califfo" di Renée Ahdieh


Numero di pagine: 384

Prezzo: 7,90 euro

Data di uscita: 4 Febbraio












Trama:

l calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona.
Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.




"Al di là del nero" di Hilary Mantel


Editore: Fai Editore

Data di uscita: 18 Febbraio








Trama:

La corpulenta Alison si guadagna da vivere come medium, contattando i morti durante affollate sedute nelle cittadine del Sudest. Le sue performance sono architettate ad hoc per soddisfare i clienti: Alison unisce le sue doti di deduzione psicologica alla credulità del suo pubblico. Eppure non è una ciarlatana: crede sul serio nel contatto con il mondo degli spiriti, il luogo «al di là del nero». Lei stessa è perseguitata dai fantasmi del suo passato, che s’impadroniscono della sua casa, del suo corpo e della sua anima, e più cerca di liberarsene, più loro acquistano forza e cattiveria…





Che cosa vi attrae di queste belle novità?