domenica 14 febbraio 2016

RECENSIONE II "Tra cielo e terra" di Paula McLain

Come sta andando questo inizio di autunno lettrici e lettori?

Complici le giornate ormai non più tanto belle e un po' di insonnia notturna, io sto divorando romanzi a più non posso. 
Questo giro tocca al nuovo romanzo di Paula McLain, uscito il 17 Settembre e editato da Neri Pozza. La scrittrice aveva già pubblicato un romanzo dal titolo "Una moglie a Parigi" con protagonista la prima moglie di Hernest Hemingway e le varie avventure amorose che portarono lo scrittore e la moglie a divorziare. Ovviamente l'ho adorato.


In "Tra cielo e terra" l'argomento è completamente diverso: si parla della bella, indipendente e famosa Beryl Clutterbuck. Nata in Inghilterra poi trasferitasi fin da bambina in Africa con i genitori, in quella che oggi chiamiamo Kenya. All'epoca la Gran Bretagna metteva a disposizione terre in quel continente grande e ampio, tanto che spesso pagava parte delle liquidazioni proprio con degli appezzamenti nelle valli sperdute. La madre non regge il clima, il tempo e l'amore e ritorna con il fratello di Beryl nel paese di origine.
La piccola si sente abbandonata e viene cresciuta libera, a briglie sciolte, tra le scuderie, suo padre e le tribù,  Kibii come suo amico, un indigeno.

Non c'è modo di darle delle regole, di convincerla a istruirsi: lei vuole cavalcare, andare a caccia ed essere una moran, un combattente, una guerriera.
Decisamente fuori dalle righe per essere una donna la sua esigenza di indipendenza e di libertà fa capolino subito ed è pressante in lei. Nonostante le convenzioni della società, della colonia, dove tutto diventa pettegolezzo in men che non si dica, Beryl riesce a cavarsela con alti e bassi, grande e piccole difficoltà: non terrà mai da parte le sue esigenze.

"Affronterò le perdite di quota e i vuoti d'aria che mettono sottosopra lo stomaco, perché non si può deviare la rotta dalle cose che ci spaventano"

Ho vissuto questa vicenda da vicino, poiché tratta un tema forse un po' all'estremo ma che possiamo vivere anche noi donne, anche se in maniera decisamente più moderata.
Le donne all'inizio del Novecento erano molto limitate in quanto attività che potevano svolgere (che era carino che svolgessero agli occhi della società) e purtroppo anche adesso, alle volte, dobbiamo scegliere tra famiglia e lavoro e se fare entrambe le cose a un prezzo veramente alto in merito a fatica e stanchezza.

Beryl ostinata e caparbia non solo diventerà la prima allenatrice di cavalli certificata vincendo numerose gare, con cavalli allevati da lei stessa, ma sarà anche la prima donna a volare e facendo una traversata degna di questo nome. 
Non sempre in ricchezza, tutt'altro, mai si è demoralizzata e invece il suo spirito di adattamento  dimostra di essere davvero più vicino a quello degli indigeni rispetto che quello delle persone "civilizzate".

"Io credo che potrei andare a vivere con gli animali" - Whitman

Spesso sono stata in disaccordo con la protagonista, un'amica oramai, tanto che a momenti mi aspettavo di leggere: "e Sara disse:" Beryl forse il tuo desiderio di indipendenza sta diventando un ostacolo alla tua felicità, la routine e la quotidianità non cose così brutte, rassicurano". Ma Beryl, sono certa, non avrebbe lontanamente ascoltato il mio consiglio: lei non voleva essere "legata": in ogni senso! Libera di decidere cosa fare e dove andare. Sempre.

I paesaggi sono descritti magistralmente, ho ancora la polvere del deserto addosso e il sudore mi gronda bagnandomi la maglietta. Mi piace come la storia scorra, senza soffermarsi troppo a lungo su dei punti, alle volte anche duri, della vita della protagonista: trasmette la poca importanza che Beryl dava alle difficoltà e di come piuttosto abbassasse la testa a lavorare per far passare quel periodo di magra. Assolutamente rincuorante, rinforza l'animo. 

Lo consiglio se si vuole una lettura leggera e profonda, ma non superficiale. La McLain ha il potere di scrivere in modo che la lettura scorra e non sia pesante anche se tratta argomenti importanti. La lettura si sedimenta e dopo qualche giorno si capisce il nocciolo fondamentale che voleva comunicare. Ho adorato questo romanzo. Sto già aspettando la prossima avventura che ci vorrà far vivere.

Titolo: Tra cielo e terra
Autore: Paula McLain
Editore: Neri Pozza
Numero di pagine: 474
Prezzo: 18,00 euro
Prezzo on line: 13,50 euro Amazon  (Neri Pozza ha il 25% di sconto per un periodo limitato)


Trama:

Nel 1904, i Clutterbuck lasciano l'Inghilterra e, navigando per settemila miglia fino al porto di Mombasa, raggiungono Nairobi, e da lì la "terra imperiale" che Charles Clutterbuck ha comprato a buon prezzo. La terra si riduce a seicento ettari di macchia incolta e a tre capanne esposte alle intemperie. Data la vicinanza all'equatore, non esiste il crepuscolo. Il giorno diventa notte nel giro di pochi minuti. In lontananza si sentono gli elefanti farsi strada nella boscaglia. I serpenti vibrano nelle tane. Due anni dopo, quando la macchia incolta ha quasi le sembianze di una fattoria di allevamento di cavalli, Clara, la moglie di Charles, compra un biglietto di ritorno per l'Inghilterra per sé e per Dickie, il figlio maggiore di cagionevole salute. L'Africa è troppo dura per lei, dice. Alla stazione di Nairobi bacia la piccola Beryl, rimasta sola col padre, e la esorta a essere forte. Beryl cresce libera nell'Africa indomita e selvaggia. A volte, quando è buio pesto, sguscia da una finestra aperta per raggiungere il suo amico Kibii, un ragazzino kipsigi. Intorno a un falò basso e scoppiettante ascolta i racconti della tribù e sogna di diventare anche lei un giovane guerriero. Un giorno, a casa degli Elkington, una magnifica dimora che dà su chilometri e chilometri di boscaglia africana, Paddy, il leone che scorrazza libero per casa, l'azzanna a una coscia, subito sopra il ginocchio, e poi molla la presa, come se gli fosse chiaro che non è "destinata a lui".



Aspetto dei vostri commenti su questo libro! Voi lo avete letto? Avete letto il romanzo precedente?

2 commenti:

  1. Lo voglio!!!! Una moglie a Parigi è in attesa e vorrei leggerlo presto, ma anche questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Guarda super consigliati entrambi!!!! Buona lettura!
      :)

      Elimina