lunedì 27 luglio 2015

RECENSIONE II "Tragedia in tre atti" di Agatha Christie

 


Agatha Christie torna a colpire il mio cuore. Ho letto in una recensione, da lei stessa redatta, che questo libro non lo classifica né tra i migliori né tra i peggiori che ha scritto. Io devo dire che l'ho trovato forse migliore del precedente "La Strage degli Innocenti", anche se Hercule Poirot entra in ritardo nella vicenda rispetto agli altri romanzi.

Infatti la vicenda si svolge, come spesso accade, in una paesino vicino Londra. La ricerca dell'assassino viene intrapresa da tre amici delle vittime. I malcapitati che perdono la vita sono il reverendo Babbinghton, il neurologo Strange e una sua paziente appena ricoverata nella sua clinica di grande successo. I tre investigatori improvvisati sono un attore famoso di nome Charles Cathwright, Hermione Lytton Gore e Il signor Satter. La giovane Hermione, detta Hermi, ha una cotta per lo stagionato Sir Charles che la ricambia malgrado i suoi cinquantadue anni. 
La vicenda viene presa in mano da Poirot solo in un momento secondario e grazie a lui le ricerche si svolgeranno nel senso giusto, scoprendo un colpevole del tutto inimmaginabile. Un colpo di scena che lascia sconcertati.

Lo consiglio anche come prima lettura della Christie e del suo detective Poirot.

Autore: Agatha Christie
Titolo: Tragedia in tre atti
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 210
Prezzo: 9,00 euro
Ebook: 6,99 euro
Prezzo on line: 5,85 euro
http://www.lafeltrinelli.it/libri/agatha-christie/tragedia-tre-atti/9788804520269


Trama

Durante un ricevimento nell'"eremo" di sir Charles Cartwright, alla presenza di una bella compagnia di amici, si verifica uno strano episodio: uno degli ospiti, un timido e pio pastore protestante, muore improvvisamente. Polizia e medico legale si trovano subito d'accordo nell'indicare, come causa del decesso, un comune infarto, e anche Hercule Poirot, che era presente, inizialmente non sospetta di nulla. Ma quando, poco dopo, un altro degli ospiti muore, in circostanze molto simili, il celebre investigatore dovrà ricredersi e dare avvio a un'indagine destinata a portare risultati clamorosi. Scritto nel 1934, "Tragedia in tre atti", è un romanzo poliziesco decisamente brillante, dalla struttura molto cinematografica.

1 commento: