domenica 19 luglio 2015

Salve lettrici e lettori!

Oramai si avvicinano le vacanze e siamo spesso portati a scegliere dei libri che ci facciano rilassare sotto l'ombrellone, magari avvincenti ma non troppo impegnativi.

A mio parere una buona alternativa ai miei classici libri da sotto l'ombrellone come i Poirot (che adoro e che consiglio a tutti) sono i libri di Jason Goodwin.

La serie che ha scritto ha come protagonista un detective eunuco di nome Yashim nella Istambul dell'Ottocento. Molto coinvolgente, dà una bella vista dell'epoca e dell'impero ottomano, non solo a grandi linee ma anche nello specifico, nelle piccole attività quotidiane della gente compreso Yashim, che essendo un eunuco ha dei particolari privilegi nei limiti dell'harem del sultano e nella società dell'epoca ma anche dei demoni da combattere a livello personale.
Considerato uomo di grande fiducia e lealtà viene interpellato spesso dal sultano e dai suoi consiglieri per risolvere i delitti della grande capitale. Aiutato dal suo amico e ambasciatore della Polonia, una nazione oramai inesistente, Palewsky, riescono sempre a volgere al meglio anche le situazioni più difficili.

La serie è composta da:
L'albero dei Giannizzeri
Il serpente di pietra
il ritratto Bellini
L'occhio del diavolo
I cospiratori del Baklava

Autore: Jason Goodwin
Titolo: I cospiratori del baklava
Numero di pagine: 368
Editore: Einaudi
Prezzo: 19,00
Ebook: 9,99
Giunti on line: 16,15
http://www.giuntialpunto.it/search?bnid=all&keywords=goodwin


Trama:


Istanbul, autunno 1841. Mentre l'ambasciatore polacco Palewski si accinge a ricevere un ospite segreto col quale provare a discutere dell'instabile ruolo della Sublime Porta in relazione alle altre potenze europee, Sultanahmet pare quasi presa d'assalto dagli stranieri. Istanbul brulica di europei, tutti giunti in città alla ricerca di asilo. Quando uno di loro viene misteriosamente rapito e un altro addirittura trucidato, Yashim comprende che c'è una falange di persone disposte a tutto, pur di preservare l'assetto europeo cosi com'è...

Nessun commento:

Posta un commento