giovedì 23 luglio 2015

I Preferiti di Luglio


Questo mese, come spesso capita, ho letto un Poirot. Agatha Christie mi intriga ed è inutile nascondere che uno dei miei più grandi obiettivi  è quello di leggerli tutti, un giorno. 
Ho iniziato e finito "La strage degli innocenti" un vero giallo per Poirot che fino all'ultimo deve cercare indizi per capire chi è il colpevole. Il crimine è ambientato ad Halloween, in un paesino vicino Londra, e vede come vittima una ragazzina. Non ho trovato difficoltà nel capire l'inserimento di personaggi secondari perché questo libro sembra quasi il "seguito" di "Fermate il boia" che ho letto lo scorso mese, per cui vi consiglio di leggerli in fila.

Autore: Agatha Christie
Titolo: La Strage degli Innocenti
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 196
Prezzo: 9,90 euro
Prezzo on line: 7,65 euro 
http://www.mondadoristore.it/Poirot-strage-degli-innocenti-Agatha-Christie/eai978880451008/
Prezzo ebook: 6,99 euro





Trama:


Durante i preparativi per allestire un party di Halloween, 
una giovane ragazza di tredici anni, 
Joyce Reynolds, afferma di essere stata testimone di un omicidio
 (avvenuto anni prima e di cui aveva compreso la reale natura solo di recente). 
Alla fine del party viene ritrovata morta affogata in un secchio d'acqua 
usato per il gioco 
delle mele. Con l'aiuto della signora Oliver, presente al party, 
Hercule Poirot inizia quindi a indagare sul misterioso omicidio.


Il secondo libro di cui vorrei scrivere si presenta da solo. "Perfidia" di Ellroy un libro caldissimo. Nonostante il numero di pagine l'ho finito subito. Scorre veloce dà uno spaccato perfetto e molto reale, alle volte brutale e volgare di Los Angeles tra il 1939 e il 1941-2. L'attacco a Pearl Harbor, la situazione razziale giapponese in America, le ingiustizie, le tangenti, il sesso, le perversioni, l'opportunismo, la fretta della guerra, l'amore della guerra e la paura della guerra. Diversi personaggi ognuno caratterialmente molto diverso. Descritti tutti in modo magicamente realistico. Un libro meraviglioso per chi ama i gialli e i noir. Un giallo dentro a un noir, perché nel libro uno degli eventi principali è l'assassinio di una famiglia giapponese. I detective presi dal caso indagheranno nonostante l'odio indiscriminato verso la razza giapponese. Il caso prende fino all'ultima pagina, i complotti e le collusioni sono pane giornaliero per i personaggi di questa libro.
James Ellroy negli anni ottanta pubblica la cosiddetta "tetralogia di Los Angeles", composta da "Dalia Nera", Il "Grande Nulla"," L.A. Confidential"  e "White Jazz". Nel 1995 scrive "American Tabloid", romanzo che racconta la storia degli Stati Uniti degli anni Sessanta, mischiando fatti realmente accaduti assieme alle invenzioni letterarie. Nel 2001 segue "Sei Pezzi da Mille" e nel 2010 "Il Sangue è Randagio", che compongono la cosiddetta "trilogia americana".


Autore: James Ellroy
Titolo: Perfidia
Editore: Einaudi
Numero di pagine: 890
prezzo: 22,00 euro
prezzo on line: 18,70 euro
http://www.mondadoristore.it/Perfidia-James-Ellroy/eai978880621289/
Prezzo ebook: 8,49 euro







Trama:


7 dicembre 1941. Il Giappone ha bombardato Pearl Harbor. Gli Stati Uniti sono a un passo dalla guerra e a Los Angeles scatta un'ondata di arresti. I cittadini nipponici sospettabili di alto tradimento finiscono dietro le sbarre. La bandiera dell'odio razziale sventola alta, perciò nessuno dovrebbe preoccuparsi quando i quattro membri di una famiglia giapponese vengono trovati morti dentro casa, tanto più che potrebbe trattarsi di un suicidio rituale. Le indagini, però, partono ugualmente: proprio perché ci si prepara a distruggere e depredare una delle comunità straniere più ricche e integrate della California, è necessario mostrarsi irreprensibili. Ellroy racconta con lucida ferocia ventitre giorni tra i più drammatici della storia americana, chiamando in scena una folla di personaggi che i suoi lettori hanno già imparato ad amare o a odiare senza mezze misure: dal sergente Dudley Smith all'infiltrata Kay Lake; dagli sbirri Lee Blanchard e Buzz Meeks al gangster ebreo Mickey Cohen. Tutti di qualche anno più giovani rispetto ai tempi di "Dalia nera" e "L.A. Confidential", ma già immersi fino al collo in quell'intrico di verità e menzogna, idealismo e violenza dentro il quale batte il cuore nero dell'America. 

Nessun commento:

Posta un commento