venerdì 31 luglio 2015

RECENSIONE II "Il Miniaturista" di Jessie Burton


Buongiorno Lettori!

Oggi vorrei proporvi un romanzo che mi ha tenuta incollata alle pagine, come pochi. 
Questo libro racconta la storia di Nella, abbreviazione di Petronella, costretta a sposare un uomo benestante di Amsterdam che ha visto a malapena una volta sola, il giorno del suo matrimonio.
Dopo essersi sposata si trasferisce a casa di Johannes, il suo maturo sposo. Avrà un'accoglienza fredda, scoprirà che suo marito tiene con sé uno servo di colore, cosa quanto mai stramba per il Seicento. 
Nella scoprirà le inclinazioni di Johannes nel modo peggiore e si sentirà relegata e sola come non lo è mai stata. Come regalo di matrimonio riceve una casa in miniatura che corrisponde a quella in cui abita ad Amsterdam. Suo marito le chiede di prendersi cura di questa casetta prima di governare quella reale. Offesa da questa mancanza di fiducia nelle sue doti di donna,  si mette in contatto con il miniaturista e ordina dei pezzi per la casa delle bambole. Il miniaturista oltre a mandarle i pezzi richiesti le manderà pezzi che si riveleranno profetici, come se sapesse che cosa accadrà nella giovane vita di Nella.
Proprio quando inizierà ad abituarsi ai suoi nuovi famigliari la sua vita le metterà davanti degli ostacoli che porterà alla distruzione dell'equilibrio appena raggiunto.

Jessie Burton ha il dono di essere sorprende, assolutamente non scontata, ordina gli eventi e non sai mai cosa aspettarti, non si ha proprio nessun indizio di come andranno le cose. Fino all'ultimo si è costretti a rimanere con il fiato sospeso.
Un romanzo storico che non ha simili, la sensazione di immedesimarsi nella protagonista è totale, la famigliarità che Nella prende a mano a mano con gli altri personaggi, travolge il lettore che si fa sospettoso e curioso allo stesso tempo. Il mistero avvolge la storia, ma gli eventi si dipanano a mano mano che Petronella vive la sua vita e cerca di capire le dinamiche famigliari precedenti al suo arrivo. Una storia meravigliosa e mozzafiato.
La copertina è accattivante e l'edizione Bompiani, ahimè la mia preferita per via delle pagine larghe e dell'altezza ridotta, rende veramente un tesoro questo libro.

Autore: Jessie Burton
Titolo: Il Miniaturista
Edizione: Bompiani
Numero di pagine: 426
Prezzo: 18,00 euro
Ebook: 9,99 euro
Prezzo on line: 15,30 euro su La Feltrinelli


Trama:

In un giorno d’autunno del 1686, la diciottenne Petronella Oortman − Nella-fra-le-nuvole è il soprannome datole da sua mamma − bussa alla porta di una casa nel quartiere più benestante di Amsterdam. È arrivata dalla campagna con il suo pappagallo Peebo, per iniziare una nuova vita come moglie dell’illustre mercante Johannes Brandt. Ma l’accoglienza è tutt’altra da quella che Nella si attendeva: invece del consorte trova la sua indisponente sorella, Marin Brandt; nella camera di Marin, Nella scopre appassionati messaggi nascosti tra le pagine di libri esotici; e anche quando Johannes torna da uno dei suoi viaggi, evita accuratamente di dormire con Nella, e anche solo di sfiorarla. Anzi, quando Nella gli si avvicina, seduttiva, memore dell’insegnamento della mamma (“Il tuo corpo è la chiave, tesoro mio”), lui la respinge. L’unica attenzione che Johannes riserva a Nella è uno strano dono, la miniatura della loro casa e l’invito ad arredarla. Sembra una beffa. Eppure Nella, che si sente ospite in casa propria, non si perde d’animo e si rivolge all’unico miniaturista che trova ad Amsterdam. Nella rimane affascinata da questa enigmatica figura che sembra sfuggirle continuamente, anche se tra loro si mantiene un dialogo sempre più fitto, senza parole, ma attraverso piccoli, straordinari manufatti che raccontano i misteri di casa Brandt. Amore e tradimento, rancori e ossessioni, sesso e sete di ricchezza s’incontrano tra i canali di Amsterdam e in questo folgorante romanzo d’esordio di Jessie Burton, in testa alle classifiche di vendita inglesi e in corso di traduzione in oltre 35 paesi.

lunedì 27 luglio 2015

RECENSIONE II "Tragedia in tre atti" di Agatha Christie

 


Agatha Christie torna a colpire il mio cuore. Ho letto in una recensione, da lei stessa redatta, che questo libro non lo classifica né tra i migliori né tra i peggiori che ha scritto. Io devo dire che l'ho trovato forse migliore del precedente "La Strage degli Innocenti", anche se Hercule Poirot entra in ritardo nella vicenda rispetto agli altri romanzi.

Infatti la vicenda si svolge, come spesso accade, in una paesino vicino Londra. La ricerca dell'assassino viene intrapresa da tre amici delle vittime. I malcapitati che perdono la vita sono il reverendo Babbinghton, il neurologo Strange e una sua paziente appena ricoverata nella sua clinica di grande successo. I tre investigatori improvvisati sono un attore famoso di nome Charles Cathwright, Hermione Lytton Gore e Il signor Satter. La giovane Hermione, detta Hermi, ha una cotta per lo stagionato Sir Charles che la ricambia malgrado i suoi cinquantadue anni. 
La vicenda viene presa in mano da Poirot solo in un momento secondario e grazie a lui le ricerche si svolgeranno nel senso giusto, scoprendo un colpevole del tutto inimmaginabile. Un colpo di scena che lascia sconcertati.

Lo consiglio anche come prima lettura della Christie e del suo detective Poirot.

Autore: Agatha Christie
Titolo: Tragedia in tre atti
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 210
Prezzo: 9,00 euro
Ebook: 6,99 euro
Prezzo on line: 5,85 euro
http://www.lafeltrinelli.it/libri/agatha-christie/tragedia-tre-atti/9788804520269


Trama

Durante un ricevimento nell'"eremo" di sir Charles Cartwright, alla presenza di una bella compagnia di amici, si verifica uno strano episodio: uno degli ospiti, un timido e pio pastore protestante, muore improvvisamente. Polizia e medico legale si trovano subito d'accordo nell'indicare, come causa del decesso, un comune infarto, e anche Hercule Poirot, che era presente, inizialmente non sospetta di nulla. Ma quando, poco dopo, un altro degli ospiti muore, in circostanze molto simili, il celebre investigatore dovrà ricredersi e dare avvio a un'indagine destinata a portare risultati clamorosi. Scritto nel 1934, "Tragedia in tre atti", è un romanzo poliziesco decisamente brillante, dalla struttura molto cinematografica.

giovedì 23 luglio 2015

I Preferiti di Luglio


Questo mese, come spesso capita, ho letto un Poirot. Agatha Christie mi intriga ed è inutile nascondere che uno dei miei più grandi obiettivi  è quello di leggerli tutti, un giorno. 
Ho iniziato e finito "La strage degli innocenti" un vero giallo per Poirot che fino all'ultimo deve cercare indizi per capire chi è il colpevole. Il crimine è ambientato ad Halloween, in un paesino vicino Londra, e vede come vittima una ragazzina. Non ho trovato difficoltà nel capire l'inserimento di personaggi secondari perché questo libro sembra quasi il "seguito" di "Fermate il boia" che ho letto lo scorso mese, per cui vi consiglio di leggerli in fila.

Autore: Agatha Christie
Titolo: La Strage degli Innocenti
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 196
Prezzo: 9,90 euro
Prezzo on line: 7,65 euro 
http://www.mondadoristore.it/Poirot-strage-degli-innocenti-Agatha-Christie/eai978880451008/
Prezzo ebook: 6,99 euro





Trama:


Durante i preparativi per allestire un party di Halloween, 
una giovane ragazza di tredici anni, 
Joyce Reynolds, afferma di essere stata testimone di un omicidio
 (avvenuto anni prima e di cui aveva compreso la reale natura solo di recente). 
Alla fine del party viene ritrovata morta affogata in un secchio d'acqua 
usato per il gioco 
delle mele. Con l'aiuto della signora Oliver, presente al party, 
Hercule Poirot inizia quindi a indagare sul misterioso omicidio.


Il secondo libro di cui vorrei scrivere si presenta da solo. "Perfidia" di Ellroy un libro caldissimo. Nonostante il numero di pagine l'ho finito subito. Scorre veloce dà uno spaccato perfetto e molto reale, alle volte brutale e volgare di Los Angeles tra il 1939 e il 1941-2. L'attacco a Pearl Harbor, la situazione razziale giapponese in America, le ingiustizie, le tangenti, il sesso, le perversioni, l'opportunismo, la fretta della guerra, l'amore della guerra e la paura della guerra. Diversi personaggi ognuno caratterialmente molto diverso. Descritti tutti in modo magicamente realistico. Un libro meraviglioso per chi ama i gialli e i noir. Un giallo dentro a un noir, perché nel libro uno degli eventi principali è l'assassinio di una famiglia giapponese. I detective presi dal caso indagheranno nonostante l'odio indiscriminato verso la razza giapponese. Il caso prende fino all'ultima pagina, i complotti e le collusioni sono pane giornaliero per i personaggi di questa libro.
James Ellroy negli anni ottanta pubblica la cosiddetta "tetralogia di Los Angeles", composta da "Dalia Nera", Il "Grande Nulla"," L.A. Confidential"  e "White Jazz". Nel 1995 scrive "American Tabloid", romanzo che racconta la storia degli Stati Uniti degli anni Sessanta, mischiando fatti realmente accaduti assieme alle invenzioni letterarie. Nel 2001 segue "Sei Pezzi da Mille" e nel 2010 "Il Sangue è Randagio", che compongono la cosiddetta "trilogia americana".


Autore: James Ellroy
Titolo: Perfidia
Editore: Einaudi
Numero di pagine: 890
prezzo: 22,00 euro
prezzo on line: 18,70 euro
http://www.mondadoristore.it/Perfidia-James-Ellroy/eai978880621289/
Prezzo ebook: 8,49 euro







Trama:


7 dicembre 1941. Il Giappone ha bombardato Pearl Harbor. Gli Stati Uniti sono a un passo dalla guerra e a Los Angeles scatta un'ondata di arresti. I cittadini nipponici sospettabili di alto tradimento finiscono dietro le sbarre. La bandiera dell'odio razziale sventola alta, perciò nessuno dovrebbe preoccuparsi quando i quattro membri di una famiglia giapponese vengono trovati morti dentro casa, tanto più che potrebbe trattarsi di un suicidio rituale. Le indagini, però, partono ugualmente: proprio perché ci si prepara a distruggere e depredare una delle comunità straniere più ricche e integrate della California, è necessario mostrarsi irreprensibili. Ellroy racconta con lucida ferocia ventitre giorni tra i più drammatici della storia americana, chiamando in scena una folla di personaggi che i suoi lettori hanno già imparato ad amare o a odiare senza mezze misure: dal sergente Dudley Smith all'infiltrata Kay Lake; dagli sbirri Lee Blanchard e Buzz Meeks al gangster ebreo Mickey Cohen. Tutti di qualche anno più giovani rispetto ai tempi di "Dalia nera" e "L.A. Confidential", ma già immersi fino al collo in quell'intrico di verità e menzogna, idealismo e violenza dentro il quale batte il cuore nero dell'America. 

domenica 19 luglio 2015

Salve lettrici e lettori!

Oramai si avvicinano le vacanze e siamo spesso portati a scegliere dei libri che ci facciano rilassare sotto l'ombrellone, magari avvincenti ma non troppo impegnativi.

A mio parere una buona alternativa ai miei classici libri da sotto l'ombrellone come i Poirot (che adoro e che consiglio a tutti) sono i libri di Jason Goodwin.

La serie che ha scritto ha come protagonista un detective eunuco di nome Yashim nella Istambul dell'Ottocento. Molto coinvolgente, dà una bella vista dell'epoca e dell'impero ottomano, non solo a grandi linee ma anche nello specifico, nelle piccole attività quotidiane della gente compreso Yashim, che essendo un eunuco ha dei particolari privilegi nei limiti dell'harem del sultano e nella società dell'epoca ma anche dei demoni da combattere a livello personale.
Considerato uomo di grande fiducia e lealtà viene interpellato spesso dal sultano e dai suoi consiglieri per risolvere i delitti della grande capitale. Aiutato dal suo amico e ambasciatore della Polonia, una nazione oramai inesistente, Palewsky, riescono sempre a volgere al meglio anche le situazioni più difficili.

La serie è composta da:
L'albero dei Giannizzeri
Il serpente di pietra
il ritratto Bellini
L'occhio del diavolo
I cospiratori del Baklava

Autore: Jason Goodwin
Titolo: I cospiratori del baklava
Numero di pagine: 368
Editore: Einaudi
Prezzo: 19,00
Ebook: 9,99
Giunti on line: 16,15
http://www.giuntialpunto.it/search?bnid=all&keywords=goodwin


Trama:


Istanbul, autunno 1841. Mentre l'ambasciatore polacco Palewski si accinge a ricevere un ospite segreto col quale provare a discutere dell'instabile ruolo della Sublime Porta in relazione alle altre potenze europee, Sultanahmet pare quasi presa d'assalto dagli stranieri. Istanbul brulica di europei, tutti giunti in città alla ricerca di asilo. Quando uno di loro viene misteriosamente rapito e un altro addirittura trucidato, Yashim comprende che c'è una falange di persone disposte a tutto, pur di preservare l'assetto europeo cosi com'è...

I Preferiti di Giugno


I preferiti di questo mese sono molto vari in quanto a genere! 

Ho iniziato Giugno accompagnata da Irene Nemirovsky con "Suite Francese". L'autrice è riuscita solo a scrivere le prime due parti delle cinque che si era prestabilita - Tempesta, Dolce, Prigionia, Battaglie, La pace - poiché arrestata e deportata come ebrea ad Auschwitz. Il libro oltre a contenere queste due parti comprende anche parte della corrispondenza della scrittrice. 

Non è un libro leggero, a me la prima parte, Tempesta, ha messo molta ansia perché mi sono immedesimata benissimo nei personaggi del libro in fuga da Parigi. La seconda parte per me è stata la più piacevole ed avvincente, facendomi riflettere molto sulle scelte della protagonista. L'autrice insomma riesce a far entrare il lettore nei panni dei personaggi e a far provare le loro stesse emozioni. 

Autore: Irene Nemivrosky
Titolo: Suite Francese
Editore: Adelphi
Numero di Pagine:415
Prezzo: 11,00 euro
Ebook: 6,99 euro
Prezzo on line: 9,35 euro
http://www.giuntialpunto.it/search?bnid=all&keywords=suite+francese


Trama:

Nei mesi che precedettero il suo arresto e la deportazione ad Auschwitz, Irène Némirovsky compose febbrilmente i primi due romanzi di una grande "sinfonia in cinque movimenti" che doveva narrare, quasi in presa diretta, il destino di una nazione, la Francia, sotto l'occupazione nazista: "Tempesta in giugno" (che racconta la fuga in massa dei parigini alla vigilia dell'arrivo dei tedeschi) e "Dolce" (il cui nucleo centrale è la passione, tanto più bruciante quanto più soffocata, che lega una "sposa di guerra" a un ufficiale tedesco). Pubblicato a sessant'anni di distanza, Suite francese è il volume che li riunisce.

Un altro libro che ho letto, è il primo della serie di Kate Mosse, "I codici del labirinto". Io avevo già letto "L'Ottavo Arcano" il secondo. Wntrambi i libri sono molto avvincenti e rientrano nel genere dei thriller. La scrittrice tramite ricordi e "sogni premonitori" collega sapientemente personaggi del passato a personaggi del presente. Il secondo libro mi ha presa più del primo che invece è più "storico", con più riferimenti a battaglie ed alleanze dei signori del Midi, il sud della Francia per intenderci, del 1200 d.C che collega alla protagonista del presente con dei ritrovamenti di uno scavo archeologico a cui partecipa come volontaria e che la porterà in un'avventura che le farà scoprire il vero significato del Graal e dei suoi antenati. Il primo invece viene ambientato nell'Ottocento con come protagonisti una famiglia borghese all'apparenza, ma in povertà nella realtà. La protagonista del passato viene fatta incontrare alla sua pro pronipote del presente che facendo ricerche su Claude Debussy si imbatterà nel suo passato finora sconosciuto. Il terzo libro che completa la serie è intitolato "I Codici del Destino" che leggerò prossimamente.

Autore: Kate Mosse
Titolo: I Codici del Labirinto
Editore: Piemme
Numero di pagine: 664
Prezzo: 9,90 euro
Ebook: 6,99 euro
Prezzo on line: 8,42 euro
http://www.giuntialpunto.it/search?bnid=411663031&keywords=i+codici+del+labirinto



Trama:

Quando Alice Tanner scopre due scheletri durante uno scavo archeologico nel sud della Francia, sente riemergere con forza un passato di violenza e di brutalità. Non è solo la vista delle ossa perfettamente conservate a farla rabbrividire, ma la percezione di un elemento di mistero, di un'incombente sensazione di pericolo da cui fatica a liberarsi. Turbata dalle parole e dai simboli incisi nelle pareti della grotta, Alice ha il presentimento di aver riportato alla luce qualcosa che doveva restare nascosto per sempre... 


L'ultimo libro del mese, come spesso ricorre nelle mie letture, è Poirot di Agatha Crhistie. Devo dire che le opere di Agatha Christie che hanno come investigatore Miss Marple non mi hanno mai colpito tanto quanto i Poirot, di cui invece sono pazza!!!

Questo mese ho letto "Fermate il boia", avvincente anche se con una trama un po' fuori dal comune rispetto agli altri libri. Il detective belga, questa volta deve cercare di non far impiccare l'uomo che è stato additato come assassino e che secondo il sovrintende non è colpevole. Per cui a distanza di mesi dal delitto, compiuto in un paesino vicino a Londra, Poirot cercherà di carpire degli indizi e poi delle prove vere e proprie dai pettegolezzi e da ciò che hanno da dire i vicini della signora uccisa, per scagionare il presunto assassino a pochi giorni dalla forca.


Autore: Agatha Christie

Titolo: Fermate il boia
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 175
Prezzo: 9,90 euro



Trama:

Poirot viene chiamato ad investigare, dal sovrintendente Spence, su un delitto per il quale è stato già trovato, e condannato, il colpevole. Il poliziotto non è convinto che la persona condannata sia il vero assassino. Partendo dalle supposizioni del sovrintendente, e basandosi sull'indizio di una boccetta d'inchiostro, Poirot capirà che l'assassino non è la persona in carcere. Investigando nel paese in cui è avvenuto il delitto, e interrogando le persone che erano in rapporti con l'uccisa, riuscirà a sbrogliare l'intricato mistero.


Salve lettori e lettrici!

Sono da sempre una lettrice accanita, il mio cuore appartiene ai gialli storici, ma leggo un po' di tutto in realtà. Ho deciso di aprire questo blog per commentare con voi le nuove uscite (e anche quelle più datate!) e magari ricevere anche qualche dritta da voi.

A proposito, ultimamente è uscito il nuovo libro di Claude Izner, uno dei miei autori preferiti, intitolato "I Segreti dell'Opéra".

Per chi non conoscesse questo autore do qualche informazione in più: Izner è uno pseudonimo che appartiene a  due sorelle, madame Korb e madame Lefèfevre, proprietarie di due librerie ai lati opposti della Senna.

Hanno scritto questa serie di gialli storici, a mio parere, molto intrigante! I protagonisti lavorano i una libreria, la Libreria Èlzevir, di proprietà di monsieur Mori. Le indagini sono svolte da monsieur Victor Legris e il suo collega, amico e cognato Joseph Pignot. Non solo le indagini sono colme di suspence ma riescono a portare avanti in modo eccezionale le vite private dei protagonisti arricchendo così la trama e non cadendo mai nel noioso o nello scontato. Inoltre riescono a inserire riferimenti realistici collocando in un tempo specifico la vicenda, in modo molto preciso.

Le altre indagini di Victor Legris, che precedono questo libro (secondo me è meglio sempre leggerli in fila):
Il mistero di rue des Saint - Pères
la donna del Père - Lachaise
il delitto di Montmartre
L'assassino del Marais 
Il rilegatore di Batignolles
il Talismano della Villette
La confraternita di Boulevard d'Enfer
La casa abbandonata di rue Corvisart

Autore: Claude Izner
Titolo: I Segreti dell'Opéra (Le petit homme de l'Opéra)
Editore: TEA
Numero di pagine: 393
prezzo cartaceo: 15,00
ebook:10,99
Prezzo on line: 12,75, potete seguire questo link
http://www.giuntialpunto.it/search?bnid=all&keywords=izner

Trama:


Parigi, 1897. Sotto la sfavillante cupola del teatro dell'Opera, tra le giovani ballerine e le stelle del palcoscenico, un'ombra minacciosa si aggira, seminando morte e terrore. Tutto ha inizio durante una festa di matrimonio, in campagna, quando lo sfortunato corteggiatore di una diva annega in un laghetto profondo solo poche spanne. Se in questo caso è facile pensare a un malaugurato incidente, di lì a breve le vittime si moltiplicano... Quale maledizione si accanisce sugli habitué dell'Opéra? Chi è il nano malevolo e arcigno che vive nascosto nel Palais Garnier covando piani di vendetta contro chiunque? E cosa nascondono i misteriosi pacchettini regalo ricevuti dalle vittime prima di morire? Per risolvere questi enigmi Victor Legris e Joseph Pignot, la coppia di investigatori della libreria Elzévir, si lanceranno in un'indagine che li porterà dai corridoi dell'Opéra ai cunicoli delle catacombe di Parigi, passando per la Foire du Trône. Ma il compito più arduo per i due librai sarà sfuggire alle rispettive consorti, entrambe in attesa di un erede, alle quali avevano giurato solennemente che mai più si sarebbero imbarcati in pericolose avventure...